Appello al Grande Spirito

appello-al-grande-spiritoGli ho chiesto la forza
e Dio mi ha dato difficoltà per rendermi forte.
Gli ho chiesto la saggezza
e Dio mi ha dato problemi da risolvere.

Gli ho chiesto la prosperità
e Dio mi ha dato muscoli e cervello per lavorare.
Gli ho chiesto il coraggio
e Dio mi ha dato pericoli da superare.

Gli ho chiesto l’Amore
e Dio mi ha affidato persone bisognose da aiutare.
Gli ho chiesto favori
e Dio mi ha dato opportunità.

Non ho ricevuto nulla di ciò che volevo
ma tutto quello di cui avevo bisogno.
La mia preghiera è stata ascoltata.

Antica saggezza degli Nativi Americani, l’appello a Dio

Quando ci rivolgiamo a Dio, abbiamo la maggior parte richieste, e a volte ci sembra che non ci ascolta.. ma se pensiamo alla fine abbiamo tutto che ci serve.. E per questo dobbiamo essere grato a Dio che ci ascolta sempre..

Annunci

34 thoughts on “Appello al Grande Spirito

  1. Davvero una grande verità questa, la stessa cosa vale per la religione cristiana dove viene spiegato che spesso le cose che chiediamo nelle preghiere non ci vengono date per il nostro bene. Infatti dovremo cominciare a vivere accettando quello che il Creatore ci manda e di conseguenza usare quello per evolverci.

    La saggezza dei nativi indiani comunque era eccezionale, In poche e semplici parole sapevano spiegare un concetto molto importante e renderlo comprensibile a tutti.

    Un caro saluto

    • credo noi vogliamo sempre qualcosa, e non siamo capace di dire a volte anche grazie..

      Penso il nostro Creatore – Dio farebbe piacere ascoltandoci senza volere..

      Si i nativi erano saggi e consapevole.. anche a te una buona giornata .. bussi caro Amico ♥

  2. Sempre molto saggi questi antichi nativi americani.

    Io sorridendo direi:
    Signore, Ti ringrazio di avermi fatto provare le difficoltà,
    perché ho imparato l’arte di sopravvivere.
    Ti ringrazio di avermi fatto incontrare l’arroganza,
    perché ho capito il valore dell’umiltà.
    Ti ringrazio di avermi concesso la sofferenza,
    perché ho diviso il pane della solidarietà.
    Ora vorrei rivolgerti una preghiera:
    ….Adesso non sarebbe possibile avere un colpo di fortuna???!!! 🙂
    Ciao cara Rebecca felice giornata , un abbraccio , bussi
    enrico

  3. Sono quel che sono.
    Avendo fede nella bellezza dentro di me, sviluppo fiducia.
    Nella dolcezza ho forza. In silenzio cammino con gli dei.
    In pace capisco me stesso e il mondo.
    Nel conflitto mi allontano. Nel distacco sono libero.
    Nel rispettare ogni creatura vivente, rispetto me stesso.
    In dedizione onoro il coraggio dentro di me.
    In eternità ho pietà per la natura di tutte le cose.
    In amore accetto incondizionatamente l’evoluzione degli altri.
    In libertà ho potere.
    Nella mia individualità esprimo la Forza divina che e` dentro di me.
    In servizio do quel che sono diventato.
    Sono quel che sono: Eterno, immortale, universale e infinito.

    Nemo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...