La storia della festa di Pasqua degli Indiani Yaqui

Quando le culture religioni e tradizioni si mescolano fra di loro nasce una nuova usanza, oggi vi parlo del festival di Pasqua Yaqui che va avanti per sette settimane. Si celebra nello Stato dell’Arizona negli Stati Uniti e nel paese del Messico. La cerimonia si conclude la Domenica di Pasqua. Il nome di questa festa viene dagli indiani Yaqui, che ora vive in Tucson e Phoenix, Arizona zona che sono discendenti della tribù originale che viveva vicino al fiume Yaqui nella zona nord-occidentale del Messico. E, che in seguito fuggiti al sud-ovest degli Stati Uniti durante le guerre secolo 18 e 19 tra Spagna e i governi messicani. Ma, in precedenza nel 17 ° secolo, i missionari gesuiti sono arrivati nella zona e ha cominciato insegnare il cristianesimo al Yaqui. Hanno continuato a tenere su di molte delle loro credenze culturali, ma anche accettando alcune pratiche cattoliche pure. Questo miscuglio di usanze tribali con costumi cristiani è un buon esempio con la loro celebrazione della Pasqua.

Preparazione di Pasqua inizia prima del Mercoledì delle Ceneri con il Yaqui che decorano le chiese, fanno maschere cerimoniali e imposta le croci per la rievocazione della Passione di Cristo.

Durante i 40 giorni della Quaresima, cerimonie pubbliche e danze tribali (vale a dire la danza cervi) si svolgono. Ma la celebrazione culmina durng la settimana di Pasqua. Giovedi ‘Santo, i chapayekas (soldati che sono alla ricerca di Gesù durante la Quaresima) catturano l’effigie di Cristo e poi prendere il controllo della chiesa. I farisei sono noti come i fariseos, e sono i nemici di Cristo che svolgono una crocifissione simbolica del Venerdì Santo. Ma, quella sera la Resurrezione accade e così essi non si rendono conto che hanno perso il possesso del corpo di Cristo. Il Sabato Santo, c’è un confronto tra la fariseos e Chapayekas su un lato. D’altra parte è un gruppo che difende la chiesa e si sono armati con i fiori.

Il fariseos e Chapayekas avanzeranno verso la chiesa per 3 volte. Ogni volta che vengono fermati e hanno a tornare indietro a causa dei Ballerini Matachín, i ballerini cervo, il Pascolas e le inondazioni di fiori di carta reali e crepe. Alla fine il fariseos ottenere sconfitto. Per rappresentare la loro sconfitta gettano le maschere cerimoniali e l’effigie di paglia di Giuda in un enorme fuoco. Il Pascolas, il cervo Ballerini ei ballerini Matachín effettuano alla celebrazione che segue a breve. Quando la notizia della risurrezione di Cristo li raggiunge la Domenica mattina, il join il resto del Yaqui in una processione finale di felicità e di gioia che si conclude con un sermone che spiega le parti varia i della cerimonia di Pasqua.

Ulteriore Spiegazione dei simboli specifici:

Bruciare delle Maschere

Non solo sta bruciando le maschere cerimoniali e effigie di Giuda in un incendio sulla Domenica di Pasqua un gesto simbolico ammettere la sconfitta da parte dei chapayekas in questa cerimonia, ma è anche un modo per simboleggiare liberandosi dei peccati di tutta la comunità Yaqui (per sbarazzarsi del loro capo, Giuda). Si tratta di una miscela di rituali tribual di cacciare il male con gli insegnamenti biblici di come Giuda tradì Gesù a destra prima di essere crocifisso.

Caballeros

Il Caballeros sono la cavalleria o cavalieri, che custodiscono Gesù da coloro che cercano di catturarlo in questa rievocazione. Essi indossano cappelli e spade. Portano anche una bandiera blu che simboleggia tutto ciò che è buono nella tribù Yaqui.

Chapayekas

La parola chapayekas significa “naso lungo” in Yaqui. Così, le tradizionali maschere casco simile indossati da questi soldati alla Cerimonia di Pasqua hanno lunghe, nasi sottili. Alcuni dicono che la parola è usata per descrivere gli invasori spagnoli del Messico. (Nota: Se si guarda ad alcune delle immagini di alcuni di loro che hanno il naso lungo!) Queste Chapayekas sono la squadra applicazione della fariseos (o Farisei) che sono nemici di Gesù e svolgono un ruolo importante nella sua cattura e crocifissione . Oltre alle maschere, indossano anche plaid sulle spalle e bozzolo sonagli intorno alle loro gambe e fianchi. Essi sono noti per la loro clowning intorno e il loro scopo è quello di distrarre il pubblico da quello che sta succedendo da prendere in giro e li schernisce con le spade rosso-capovolte, simbolo del sangue di Gesù. Come gruppo, essi rappresentano un’estensione del loro capo, Giuda. A causa di ciò, essi simboleggiano gli elementi malvagi o peccaminosi nella comunità Yaqui.

La danza del cervo

Gli Yaqui Deer ballerini indossano teste di cervo con corna e gli occhi di vetro su loro teste che sono coperti da un panno bianco. Normalmente sono torso nudo e portano sonagli realizzati con zucche essiccate in una delle loro mani. O hanno bozzolo tid sonagli alle caviglie. Il cervo ballerini si esibiscono con le Pascolas che tentano di catturarli. I movimenti nella loro danza rappresentano i cervi impersonano – silenzioso, ombroso e distaccato. Il cervo ballerini danzeranno la musica eseguita da 3 cantanti che si accompagnano su bastoni raspatura, che devono rappresentare il respiro del cervo. Usano anche un tamburo di acqua fatto da una zucca vuota che galleggia in acqua, che rappresenta il cuore pulsante del cervo.

Un tempo, il cervo era una fonte molto importante di cibo per il Yaqui. La loro pelle sono stati anche importanti pure. The Deer danza viene eseguita non solo durante la cerimonia di Pasqua, ma in altri eventi Yaqui anche. The Deer danza rende omaggio al rapporto di lunga data tra il Yaqui e il cervo, un animale che hanno paura e ammirare.

Fariseos

Il fariseos (o Farisei) insieme alla Caballeros sono i due gruppi che sono responsabili per l’organizzazione della cerimonia di Yaqui di Pasqua. I fariseos sono i soldati di fanteria o piedi che simboleggiano le forze del male e perseguitato e crocifisso Cristo. Pontius Pilate è il loro capo, il funzionario romano che ha presieduto processo di Gesù e gli ordinò di essere crocifisso. I fariseos sono spesso indicati come i soldati di Roma.

Il loro costume è completamente nero, con sciarpe nere che coprono la maggior parte dei loro volti. Durante il confronto finale il Sabato Santo, i fariseos ottenere sconfitti da coloro difendere la chiesa. I fariseos sono bersagliato con i fiori. Una volta che sono sconfitti, sono accolti nuovamente dentro la chiesa. Questo saluto rappresenta uomini che sono stati ribattezzata nella fede cristiana.

Fiori

I fiori sono sempre stati un simbolo nella vita Yaqui, specialmente quei fiori che crescono nel deserto messicano. Questi fiori sono cantate anche su nelle loro canzoni, e spesso simboleggiano la Vergine Maria, il cui cielo si crede di essere riempito di fiori. Sul conflitto finale di Sabato Santo, i difensori della chiesa bersagliano i loro nemici con i fiori che simboleggiano l’alluvione di Gesù, che ha il potere di vincere il male. Fiori rossi sono preferiti, ma a volte coriandoli è utilizzato come bene.

Matachin Danza

Matachín Ballerini non solo eseguire alla cerimonia di Pasqua, ma in altri festival Yaqui pure. Questi danzatori rappresentano le forze del bene. Indossano copricapi decorati con fiori rossi e camicie dai colori vivaci. Portano sonagli realizzati con zucche scavate. Portano anche palma, che sono bacchette a forma di tridente coperto di piume.

Di tutte le danze Yaqui, il Matachin è considerato il più sacro perché onora la Vergine Maria, che è la loro patrona. Questa danza viene eseguita per assicurare che continua a guardare con favore al popolo Yaqui. Durante la cerimonia di Pasqua, i ballerini Yaqui non si vedono fino al confronto finale con i fariseos sul Sabato Santo.

Pascolas

La parola Pascola deriva da una parola Yaqui, pahko, che significa “fiesta” e ola, che significa “uomo vecchio”. Questi ballerini si esibiscono in tutte le feste Yaqui. Essi sono accompagnati da un’arpa, un violino, un tamburo e un flauto. Proprio come i ballerini di cervo, ma anche indossare bozzolo sonagli attorno alle caviglie, e le campane e sonagli intorno alla vita. Le loro maschere sono di solito nero o marrone, con decorazioni rosse o bianche; e, sono fatti per assomigliare né gli esseri umani o animali con lunghi ciuffi di capelli e una croce scolpita nella loro mento o sulla fronte. I Pascolas che svolgono individualmente di solito svolgono il ruolo di un pagliaccio che sta cercando di portare il pubblico più coinvolti e che forniscono anche una sorta di comico nel corso di questo altrimenti seria celebrazione. Essi potranno anche servire come un elemento unificante per tutto il resto dell’anno, l’apertura di ogni festa Yaqui con la loro danza, narrazione e le azioni comici.

Annunci

25 thoughts on “La storia della festa di Pasqua degli Indiani Yaqui

  1. Grazie a te imparo molte cose nuove sugli indiani d’America e la loro storia nel corso dei secoli. Quella che hai riportato è l’evoluzione della loro religione spiegata nel dettaglio.

    Ti auguro una buona giornata

    • Buongiorno caro Amico, questo articolo mi ha fatto due mesi fa conoscere un amico americano qui nel web.. era tutto in inglese… un’altro amico qui a Verona me lo ha tradotto 😀 perché il google traduttore fa scarsezze … e molto bello .. Sai il bello che noi volendo possiamo unirsi e approfittare di conoscerci meglio e unire le nostre usanze… buona giornata carissimo Amico 🐰

    • Grazie… da noi in Austria lo chiamiamo “Gründonnerstag” significa letteralmente “giovedì verde” in Austria come ci vuole la tradizione si mangia oggi

      l’uovo fritto da un lato e spinaci e patate ai bambini si dice oggi mangiamo “grüne Wiese mit Sonnenschein” vuol dire “prato verde con raggio di sole”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...