Siamo tutti uguali

Noi tutti siamo uguali nessuno e di più o di meno, nonostante vogliamo essere giudici sui altri, ma mai essere giudicato o ancora peggio pregiudicato. Giudichiamo per ragioni infantili come per la nazionalità, per il colore della carnagione, per la religione o semplice per abitudine. La cosa più brutta in tutto questo è di fare male ad uno che in fono e uguale a noi, perché noi siamo tutti essere creati da Dio, lui stesso ha detto in Genesi 1:26 « Facciamo l’uomo a nostra immagine » sappiamo NOI come l’idea di Dio al riguardo del immagine su di NOI? Davanti a Lui siamo tutti uguali, nessuno di noi ha il diritto a giudicare o pregiudicare il suo prossimo. In Giovanni 7:8 Gesù disse « Chi di voi è senza peccato scagli per primo la pietra » Dobbiamo imparare ad rispettarsi, iniziare a comprendersi, e sopratutto nutrire amore perché NOI siamo tutti uguali.. Noi siamo come un Campo di Fiori ognuno speciale al modo suo.. con questa riflessione vi auguro una buona giornata con amicizia Rebecca🌻

Annunci

57 thoughts on “Siamo tutti uguali

  1. Il rispetto dev’essere sempre alla base di qualsiasi rapporto, buona giornata Rebecca 🙂

    ________________________________

  2. È proprio così Rebecca. e quando facciamo del male a qualcun’altro, anche se non lo sappiamo, in realtà facciamo del male anche a noi stessi.
    Un saluto

  3. È proprio vero! Tutti hanno preso questo brutto vizio di far di tutta un’erba un fascio… a volte mi sembra di combattere contro i mulini a vento… buona giornata Rebecca 🙂

  4. Purtroppo spesso dimentichiamo che siamo tutti uguali e viene quasi spontaneo dare giudizi sugli altri specialmente se ci troviamo di fronte a persone arroganti, presuntuose, piene di sé o peggio ancora maleducate e cattive. E’ difficilissimo tenere a freno la lingua. Personalmente cerco di capire cosa si nasconde dietro atteggiamenti così e trovare una giustificazione ma se non è possibile allora faccio silenzio ed il giudizio negativo rimane dentro di me. Almeno non ferisco nessuno.

  5. Mi piace l’allegoria del prato nel quale coesistono perfettamente molti tipi di fiori.
    Anche sulla Terra c’è posto per tutti gli esseri umani, ma avidità, ignoranza, cattiveria, stupidità, creano barriere spesso difficili da superare.
    Felice giornata, un abbraccio, bussi.
    enrico

  6. Cara Rebecca in teoria è tutto molto bello e condivisibile nel senso che io non sono senza peccato e non scaglio la prima pietra ma i comportamenti intorno a me sono spesso deprecabili e non accettabili.
    Siamo tutti davvero uguali?
    Da parte mia preferisco rispettare e capire le differenze e ove possibile superarle.

    Sheraconunabbraccio


  7. “Lui ci vede uguali, davanti a se’…”
    Non ce’ storia, siamo noi a vederci diversi. E ci sono le guerre, gli odi. Ma perche’ noi..ci vediamo diversi, l’un l’altro. Ciao, serena notte 🙂

    Marghian

    • Ciao, ricambio i baci e grazie del “tesoro”. Ah, hai notato che molte donne scrivono “tesora”? troppo divertente. Ciao Laura, serena notte a te 🙂

      Marghian

      • p.s., ps, ma davvero e’ una forma di “razzismo implicito” o “razzismo potenziale” negare a priori la possibilità di esistenza di esseri extraterrestri. Con frasi tipo “ma Cristo e’ venuto sulla Terra., “c’e’ stata qui la Sua Incarnazione e altre umanita’ non possono esistere..”, Dio ha scelto la Terra..”, e addirittura “loro non sono battezzati”, o ancora “se fosse importante Gesu’ ce l’avrebbe detto…”.
        Non ricordando magari che nel Vangelo c’e’ la frase “egli parlava in parabole ma a loro spiego’ ogni cosa”. “Ogni cosa..”. E’ facile immaginare un apostolo o degli apostoli, , in privato, chiedere “rabbi, dicci: ma li’, fra quelle stelle, cosa c’e’? Ci sono altri mondi?”. “A loro….spiego’ ogni cosa”.

        Alla questione poi che Gesu’ sia venuto venuto sulla Terra si potrebbe cercare di rispondere semplicemente che forse…l’umanita’ residente sulla Terra era lei, la vera pecorella smarrita, “la piu’ bisognosa”, tanto da far scomodare il Figlio di Dio (o fors’anche ogni dove ci sia bisogno..) , e non che sia l’unica ad esistere nel cosmo, chissà. Ciao 🙂

        Marghian

        • Gesù ha vissuto già prima in un luogo con suo padre e altri essere di luce.. forse prima o poi sappiamo la verità su tutto questo.. ma adesso e fondamentale di diventare qui sulla terra un popolo unito.. una nazione … sarebbe bello… bussi 🌻

          • “fondamentale di diventare qui sulla terra un popolo unito.. una nazione … “. Ma si’!!!! Gesu’ non diceva (come dicono gli atei che il cristiano e’ un sognatore che si incanta agli angeli e alle nuvolette…), non diceva di trascurare questa vita sulla Terra, anzi! Ma la ma era una critichella alla chiusura mentale di persone che dicono – per esempio- “non esistono alieni perche’ Gesu’…-” non esistono perche’ la Bibbia..”.-, intendevo solo questo! 🙂

            E’ vero, verissimo, che NON dobbiamo pensare solo a DOPO LA MORTE, ma DOPO LA MORTE e’ il perno della religione. Se no, parliamo di politica. Se dico RELIGIONE deve essere importante anche il “dopo la morte”- fermo restando che qui.., dobbiamo soccorre un bambino, dar da mangiare a chi ha fame, migliorare l’umanita’… pero’, se dico “sono religioso” devo avere sempre a mente un fine “ultra” (che mi da carica anche per fare del bene qui..mi da’ serenita’ qui..).

            Credere con apertura agli alieni poi, come succede a me, ti da’ magari un entusiasmo, un senso di universalita’ che ha ricaduta positiva anche sul modo di essere qui e di comportarmi con la gente.

            Una volta in una sala d’aspetto a Cagliari lessi un articolo di un caso che sembrava abbastanza “credibile” sugli alieni. Sai che, pensare “forse questa cosa e’ vera ” mi diede un particolare slancio di entusiasmo? Al punto che vidi una zingarella sotto un portico e mi fermai a parlare con lei per mezz’ora. Ma di cose di questa vita! E le diedi qualcosa.

            Ecco, credendo in qualcosa dopo la morte, a maggior ragione ti viene anche piu’ voglia di essere buona e sorridente qui. Ti da’ entusiasmo. Che cosa aiutava la mia mamma? La convinzione, piu’ di me, che “s’agàtta s’anima” (esiste l’anima), come diceva lei. Ma lei viveva , aveva un amore per gli altri immenso. bussy 🙂

            Marghian

            • Ah Rebe’, un’altra cosa- breve sta volta… 🙂 Magari avrai pensato che “anche chi non crede a niente, anche senza “aldila’” eccetera una persona e’ buona…”, Certo! Margherita Hack, Sandro Pertini, Umberto veronesi- grande..- e altri ancora erano atei ma di una bonta’ e saggezza uniche.

              In molti casi, intendo io, credere od anche solo, come me, sperare in “certe cose”-spirituali o extraterrestri, ma di piu’ le prime..- , aiuta, aiuta molto.
              Ciao 🙂

            • Si nelle religioni inizia la vita dopo la morte… ma io non credo che la vita qui a causa di queste affermazioni si deve sprecare la vita.. se non vivo già adesso in armonia con il mio prossimo come posso poi fare altrove… mah … bussi caro Marghian

  8. Ciao. Hai mai visto due fiori uguali? Io no. Siamo tutti diversi, ma identici nelle nostre diversità perchè figli della stessa pianta. Per chi ha fede… figli di Dio. Per chi non ce l’ha… figli dell’Universo e della Natura. Le diversità dovrebbero unirci e renderci indispensabili l’un l’altro perchè complementari. Un puzzle di caratteristiche meravigliose fondamentali per dar vita all’Insieme che ci circonda. Purtroppo è nei secoli dei secoli che l’uomo è lupo di se stesso e pur di dominare tende a distruggere i suoi stessi figli. Una contraddizione in termini. Un dolore senza fine.
    Un saluto
    Stefania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...