Leggendo tanto e come tornare a scuola

Buon giorno, come sapete sono austriaca, e si potrei pensare io conosco bene la storia del mio paese, non è così. Anzi so poco sulla storia austriaca, andavo a scuola in Germania e li di Austria si parlava solo di Hitler..

In questi giorni mi sto preparando per le adunanze per la domenica che viene, e cosi ho letto nella rivista La torre di guardia l’articolo -> Diamo onore a tutti quelli che lo meritano(vi consiglio a leggerlo e veramente molto bello e anche educativo e si poi anche ascoltarlo il testo)  e li ho conosciuto due personaggi da cui fin ora non sapevo nemmeno della loro esistenza uno e -> Leopold Engleitner e l’altro -> Heinrich Gleissner due persone diverse che ci sono per caso trovato nello stesso treno verso il campo di concentramento di Buchenwald.. leggete qui sotto

Leopold Engleitner era uno zelante Testimone austriaco. Arrestato dai nazisti, fu mandato in treno al campo di concentramento di Buchenwald. Sullo stesso treno viaggiava un altro prigioniero, Heinrich Gleissner, un politico austriaco che non era ben visto dai nazisti. Durante il viaggio, il fratello Engleitner gli spiegò con rispetto ciò in cui credeva, mentre Gleissner ascoltava con attenzione. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, in diverse occasioni Gleissner usò la sua influenza per aiutare i Testimoni in Austria.

In questo articolo si parla in prima linea a dare il dovuto rispetto e onore alle persone, senza metterli su un piedistallo, perché quel posto e riservato a Dio e suo figlio Gesù.

Nella rivista c’è anche quella bella testimonianza di Birgit…

Parecchi anni fa Birgit, una pioniera della Germania, assisté alla consegna del diploma della figlia. Le insegnanti dissero a Birgit che nel corso degli anni era stato un piacere lavorare con figli di Testimoni e che sarebbe stato un peccato se non ce ne fossero stati in quella scuola. Birgit spiegò loro: “Insegniamo ai nostri figli come comportarsi in base alle norme di Dio, e questo include mostrare onore e rispetto agli insegnanti”. Un’insegnante ammise: “Se tutti i bambini fossero come i vostri, la scuola sarebbe un paradiso”. Diverse settimane dopo, una di quelle insegnanti assisté a un congresso a Lipsia.

 

MOSTRARE IL GIUSTO ONORE PRODUCE BUONI RISULTATI -> Rom. 2:14, 15 un post un po’ diverso del solido, ma ci insegna tante cose, come sempre vi abbraccio 🌻

Annunci

48 thoughts on “Leggendo tanto e come tornare a scuola

  1. Quando andavamo a scuola non sempre si aveva voglia di studiare. Oggi che nessuno ci obbliga a farlo, spesso è interessante conoscere il passato storico.
    Felice giornata, un abbraccio
    enrico

    • Sai io andavo volentieri a scuola, ( A SCUOLA DI INSEGNANO SOLO QUELLO CHE VUOLE LO STATO) ma tante cose ho imparato e conosciuto attraverso il leggere libri, riviste o vedere documentari … insomma credo anche la storia del passato e fondamentale a conoscere .. anche a te una buona giornata caro Enrico 🌻

  2. Ho letto. ONORO e RISPETTO DIO (padre, figlio, spirito santo) la Madonna ed i santi .
    Rispetto tutti coloro che mi parlano di Dio, mi aiutano a conoscerlo sempre di più. Per quanto riguarda i funzionari pubblici ho qualche riserva, rispetto e benedico quelli che fanno il loro dovere con impegno e servono il cittadino con coscienza, per gli altri posso solo pregare perché non siano disonesti. All’età di 71 anni guardo al mondo dei VIP con pena, mi piacerebbe si rendessero conto che il successo, la fama, passano e così la vita sulla terra, rimane solo il bene che abbiamo fatto.

    • Ciao Lucia mi fa piacere che lo hai letto 😉 e vero anche io rispetto tutti quelli che sanno portare con il loro discorsi dio nel mio cuore, in generale rispetto tutti, ma non darò nessuno onore esaltanti questo si merita solo Dio e il suo figlio. Io le storie dei VIP non mi interessano per niente, anzi dico come te che mi fanno pietà.. con il loro strani comportamenti che hanno a volte.. hai pienamente ragione cara Lucia… ti abbraccio bussi 🌻

      • Volevo precisare che “la pena” PER ME NON è un sentimento di DISPREZZO ma un dispiacere mio interno che sento quando vedo che la gente non capisce il senso vero della vita.

        • non ti preoccupare ti ho capito benissimo… infatti nonostante che si pensa che loro hanno tutto, sentano a volte un grande vuoto dentro di loro.. forse loro manca anche una guida spirituale…

      • Intelligenza e curiosità. Ma anche tanto carattere. Carattere e volontà. Il carattere e’..benzina per l’intelligenza.

        “Non sappiamo che cosa sia l’intelligenza, nessuno lo sa. E forse e’ meglio, perche’ su tale ignoranza possiamo impostare la nostra filosofia. Ma la curiosita’ e’ la cosa che fa capire che l’intelligenza c’e’; e’ la spia per riconoscerla” (Marghian). Ciao 🙂

          • Peggio! Se uno e’ intelligente ma non sa manifestare il proprio carattere- vedi uno che e’ timido per esempio- appare agli occhi della gente anche meno intelligente.. succede eh? Il mio papa’ diceva, per gli analfabeti, “a no isci scriri, ‘ddu fai tontu chena essi a unu”, e cioe’ “non saper scrivere, uno appare tonto senza esserlo..”. Io ho preso la sua frase, cambiando una parola:: “la timidezza, ti fa stupido senza esserlo”. Sai come diceva Fabrizio De Andre’? “Tu prova ad avere un mondo nel cuore, e non riesci ad esprimerlo con le parole….”. Ciao 🙂

            • Gli Indiani d’America non avevano una cultura di scrittura, ma nonostante hanno trasmesso per secoli saggezze. usanze e tradizioni .. noi possediamo la scrittura e non conosciamo nemmeno la parola di Dio.. 😉

  3. Condividere queste pagine regala amore, brava Rebecca. Pur non essendo Testimone, da ragazzina mi è capitato di frequentare la Sala del Regno, il padre di mia cugina di secondo grado era un esponente molto amato. Te lo confesso, alcune sfumature non le condivido, ma mi inchino davanti ad una fratellanza autentica. Tvb. 💋💋💋

  4. “nell’anno 99 di nostra vita io, Francesco Guccini, eterno studente. Perche’ la materia di studio sarebbe infinita, anche perche’ so… di non sapere niente”. Guccini ha ragione. Nella vita si e’ sempre a scuola. Soltanto che, come a scuola per davvero, spesso stiamo a scaldare i banchi. Ed e’ li, per questo, che Dio “se non studiamo” ci manda… nel terzo canto (da quelli che non hanno fatto ne’ bene, ne’ male), speriamo di non finirci, ciao 🙂

      • La vita e’ forse davvero una scuola. E siccome una vita non basta per imparare ad amere, allora forse- forse…esiste anche il purgagorio. Ma se esiste, non e’ un luogo dove Dio ci tortura, come diceva la mia mamma, “unu fogu prusu arrabiòsu de cusso de s’inferru po su chi dùrada”- un fuoco ancora piu’ rabbioso di quello dell’inferno, per quel che dura-; no, se esiste- perche’ una vita non basta- il purgtorio e’ una scuola d’amore. Questa e’ una mia opinione, sempre sul possibile- non credo in queste cose per fede…-, ma lo dice anche la teologia: “esistono diversi gradi di beatitudine” (come dicono in altre parole gli spiritualisti, “diversi livelli di esistenza e coscienza”, quindi una idea tanto sbagliata non saerbbe-in via teorica…… ciao rebe’ bussy 🙂

        Marghian

        • Ah, per la cronaca ti scrivo anche che su queste cose quacuno scomoda anche gli universi paralleli (sai che cosa sono si’?). Ma questo vale soprattutto per la reincarnazione, l’idea che si rinasca e si vivano vite anche su pianeti di altri universi, ma questo ci porta lontano, e ci confonde le idee gia’ confuse- le mie prima di tutto.. 🙂

        • Nella Bibbia non e scritto nulla di un purgatorio… la bibbia dice quando siamo morti torniamo nella polvere da cui siamo fatto creati… quando arriva il grande giorno di Dio armaghedon lui porta anche in vita i morti … abbiamo 1000 anni di tempo di conoscere Dio… e poi libera nuovamente il Diavolo e saranno tanti che tradiscano Dio ancora e loro e il Diavolo vengono eliminato per sempre, non torturati nel eternità.. insomma Dio da tutti la possibilità di cambiare 😉 non è vendicativo

          • Rebe ‘, proprio perché non vendicativo che non lo credo come la bibbia… L’ inferno… Quello deriva dalla idea sciamanica che sotto di noi che siamo nella ” terra di mezzo” ci sarebbe il regno dei morti o delle tenebre. Inferno vuol dire sotterraneo. La Bibbia non va presa alla lettera. Loro, i testimoni, non ti dicono che la bibbia e’ derivata da scritti più’ antichi… dalla saga di Gilgamesh, dove un mercante naufrago’ ( o qualcosa del genere) nel Tigri o Eufrate e quello era il vero Noè’ che si chiamava tut i qualcosa del genere. Che la resurrezione dopo tre giorni nasce da un antico foto sciamanico ripresi poi da egizi e culto Matteo. Che ” andare in cielo” e’ solo un modo di dire derivante dalla credenza che il cielo era una cupola sopra la terra e che per esempio per gli egizi le stelle o alcune di esse erano “anime assunte in….”. E della influenza greca, Parmenide leucippo e Democrito, del paradiso di Platone ne vogliamo parlare? Poi ti spiego. E le traduzioni sbagliate della Bibbia ne vogliamo parlare. Russe non conosceva il testo mesiretico originale ebraico. Poi ti spiego. La Bibbia letta solo un Italiano e inglese non rende bene molte cose non capite o mal caoite vengono tette come verità’ da testimoni di, da miemoni da cattolici e così, stiamo attenti bussy “)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...