Il tempo

Buongiorno carissimi, fin ora non mi sono mai proposto la domanda quanto tempo mi rimane ancora? (nel senso quanto tempo ho ancora per cambiare verso il meglio) Vivevo la vita nella maniera spensierata la mia frase preferita era “ogni cosa al suo tempo”.. 2 Timoteo 2:22

“Persegui giustizia, fede, amore, pace, insieme a quelli che invocano il Signore con cuore puro”

Ho 53 anni, mi sembra il tempo non mi basta, e mi reso conto che ho sprecato tanto tempo inutilmente, tempo perduto per sempre, tempo irrecuperabile. Per fortuna non sappiamo quanto tempo abbiamo a disposizione, ma una cosa e certa il tempo che ottengo ogni giorno e dono prezioso, e io lo voglio investirlo in cose che mi regalano gioia e speranza.

Finché ho tempo voglio conoscere le qualità di Geova Dio attraverso la sua parola le sacre scritture. Dedico il tempo necessario anche ai miei blog’s, ma non più giornaliero forse una o massimo due volte alla settimana, e non posso promettere a seguire tutti sottoscritti da me, lascio i miei likes come segno di cortesia, e mi prendo anche il tempo per lasciare ogni tanto un commento da voi.. Efesini 5:15, 16 e 17

“Guardate dunque accortamente che il modo in cui camminate non sia da insensati ma da saggi,  riscattando per voi stessi il tempo opportuno, perché i giorni sono malvagi.  Per questo motivo cessate di divenire irragionevoli, ma comprendete  qual è la volontà  di Geova”

Il Tempo e un po’ come Denaro se si utilizza giusto si po’ risparmiare, e i risparmi di tempo dedico a voi.. come sempre vi abbraccio con sincera amicizia Rebecca 🌻

Annunci

46 thoughts on “Il tempo

  1. Dici bene Rebecca, il tempo è una cosa preziosa e spesso ne sprechiamo molto inutilmente. Il problema è che quando siamo giovani non abbiamo la testa per pensare a cose del genere, Solo con la maturità i nostri pensieri si fanno più profondi e le riflessioni cominciano a portare frutto.
    Diciamo che fino a che si è in vita non è mai troppo tardi per cambiare. Ogni cosa al suo tempo mi sembra una frase molto centrata.

    Buona domenica 🙂

    • Sai io mi scusava sempre dietro questa frase “ogni cosa al suo tempo” oggi mi dispiace un p0′ per il tempo perso.. forse è vero la maturità ci fa vedere le cose da un’altro punto di vista.. abbi una buona domenica ti abbraccio 🌻

  2. Non hai sprecato tempo, semplicemente ora è arrivato il tuo tempo per rivolgere pensieri più profondi a questa religione.
    Mi auguro comunque che questo tuo pensiero sul tempo sprecato non ti sia stato inculcato da certi fedeli di Geova, sanno essere tanto insistenti. Scusa la franchezza. Per il resto decidi sempre da te e sii orgogliosa del tempo passato che hai trascorso. Il blog prende tempo, si sa, ne ho avuto e ancora ne avrò così poco, ma è una cosa piacevole se vissuta senza affanno e non contrasta con la vita reale fatta di famiglia, lavoro e/o religione.
    Quando vorrai ci saremo anche noi. Serena notte. Bussi ❤

    • Non centrano loro cara Marirò, anzi mi dicano sempre con calma, io non voglio solo studiare la Bibbia ma voglio anche capirla e discutere su cose in cui sono incerta.. non ho per niente 53 anni, so usare la mia testa..
      Ultimamente ho dedicato tropo al blog, e penso francamente che uno o due post sono più che sufficiente a settimana.. come ho già detto a Silvia, preferisco commentare da voi, e ogni tanto scrivo un post più approfondito… Per diventare un TdG c’è ancora tanta strada da fare, ma per ora io voglio soltanto conoscere la Bibbia e i propositi di Dio… tutto qui.. I ci sarò sempre cara Marirò non abbandono facile le mie abitudine usanze a tradizioni.. Bussi ♥

    • Non sono perfetta, e non lo sarò forse mai.. ma penso la fede e la voglia di conoscere Dio e sempre un buono e valido argomento.. importante essere felice .. e questo che conta.. ti abbraccio caro TADS 💋

  3. Ciao Rebe’. Non la faccio lunga- 🙂 nononstante l’argomento che mi stimola, “il tempo”. Ma mi sono gia’ dilungato, in uno o piu’ post sul tempo. In uno sul mio compleanno ho citato al frase di Eraclito (od almeno attribuita a Eraclito), “tutto scorre come un fiume”.Vieniti a leggere magari il mio post “il mistero del tempo”, era una cosa che avevo scritto a braccio, “stile Marghian” come tu mi conosci, Magri lo avrai anche letto.
    Per Stephen Hawking Dio non esiste perche’ nulla poteva esserci prima dell’inizio del tempo. Ma forse si sbaglia, il tempo “einsteiniano”, o tempo fisico, non contiene tutta la realta’. Quella meatafisica, se c’e, e’ al di fuori del tempo. Non e’ che non esiste l’eternita’ come pensa lo scienziato,, e’ se mai l’universo spazio-tempo a non essere eterno. Nemmeno la Terra e’ eterma, quindi il paradiso non e’ pasquetta 🙂 Bussy.

    Marghian

      • Mi fa piacere che li leggi (o li hai letti), specie nei post sul tempo dell’atro blog c’e molto da leggee, non te lo pretendo perche’ capisco 🙂 Ma se ti fa piacere….bussy 🙂

      • Riguardo al sentire di avere sprecato il tempo e’ normale. L’uomo ha un forte bisogno di completezza, ecco che sentendosi incompleto, considera tale anche il proprio tempo e la proppria vita. La mia, per esempio, il la vedo incompleta non essendo riuscito (“non essendo riuscito”, non “avendo scelto”, precisiamo:) a frmi una famiglia- non avere avuto una moglie, dei figli, averli non averli visti crescere..ecco, queto mi fa sentire di avere sprecato il mio tempo. E la cosa mi fa dire ogni tanto, “itta appu bìviu a fai” o “po itta seu bivèndi a fai”(“che cosa ho vissito a fare”, o “perche’ cosa sto vivendo a fare…”).Ogni tanto mi sovviene sai?
        “Pacienza”, diceva mio padre, con la “c”, convinto che al parola derivasse da “pace” (la logica, pero’, c’era…) 🙂 Bussy.

        Marghian

        • Noi tutti mio caro Marghian abbiamo avuti i sogni da giovane, non abbiamo tutto realizzato …

          molto bella l’idea che la parola pacienza deriva dalla parola pace.. mi piace..

          buona giornata bussi 💋🌻

          • Ciao Rebecca. Come ti ho spiegato, per un sardo con solo la terza elementare come era il mio papa’, l’ italiano e’ come una lingua straniera. Diceva ” pacienza” credendo che si diceva cosi”. Una volta mi disse ” Pa ienza caro figlio, se sei destinato cosi’…( a rimanere scapolo intendeva). E’ vero ma e’ ame che manca …la pacienza. Mi dicono ” non si può’ avere tutto dalla vita”. Ma la compagnia e’ importante, non voglio la Ferrari 🙂 Bussy .

            • Caro Marghian…
              Sai ti dico una cosa, conoscevo in Austria un uomo in montagna lui era un contadino mai andato a scuola, ma sapeva raccontare cose che non sono scritto in libri… lui rimane sempre nel mio cuore..
              Poi conosco laureati e studiosi, quando parli con loro di serve un vocabolario per comprenderli…
              mi piace il ragionamento del tuo papà
              buon mercoledì bussi 🌻💛

  4. Sono con te. Approvo la tua decisione di dedicarti a comprendere ciò che ti fa stare serena e ti dà pace. Riguardo al tempo che ti sembra di avere sprecato ….non avere rimpianti. L’importante è che sia servito a farti prendere la decisione giusta. Buon cammino Rebecca. Un abbraccio.

    • Infatti cara Lucia, non ho rimpianti, ma penso rallentare con il blog e anche un bene.. tanti di voi scrivano raramente .. solo io correvo come una pazza 😀 … provo a dedicare misurato a tutte cose il suo tempo che mi regale gioia e piacere… ti abbraccio 💋🌻bussi

  5. Buogiorno cari Pif !
    Una bellissima muzica relassante per TE ! 🙂

    Buona giornata ! 🙂
    Buona settimana !! 🙂 🙂
    Un grande abbraccio,
    Aliosa ! 🙂

  6. Danke liebe Rebecca für die Wünsche mir geht es im Moment nicht so gut habe Schmerzen und kann nicht so gut laufen .Ich wünsche einen schönen Feiertag und eine große Umarmung Gislinde

  7. IN CAMMINO

    di Fausto Corsetti

    Con lentezza accadono le trasformazioni. Lentamente si compiono le impervie arrampicate. Si susseguono con lentezza i giorni di chi assapora domande importanti, si nutre di sguardi intensi, di desideri insaziabili, di viaggi coltivati a lungo nel segreto e nel desiderio. Viaggi, forse, lontano da quei treni chiamati “ad alta velocità”. Ne trattengo l’immagine: sedere comodamente, magari occupati ad affari importanti, e non distinguere altrettanto comodamente e facilmente persone e cose oltre quel grande finestrino.
    Lo sguardo stenta a fissare i dettagli: gli occhi possono guardare lontano, forse, meravigliarsi per le tante immagini che scorrono rapidamente e che il treno lascia dietro di sé. Ma non riescono a fissare i particolari, le piccole cose.
    Accade così, non di rado, nella vita, quando scopriamo nella quotidianità l’insipienza delle nostre corse, tutto il valore del cammino…

    Non è semplice il cammino, perché camminare significa avanzare a piccoli passi, passare dentro, non solo davanti, non solo oltre.
    Le mani possono così sfiorare e accarezzare le erbe più alte, e appoggiarsi sulle ruvide rocce che preparano lo spazio, la base, per il passo successivo.
    Gli occhi apprendono non solo a svelare dettagli capaci di stupire, ma possono finalmente sostare, adagiarsi sulle cose e aspettare di scivolare dentro al mistero che i piccoli dettagli custodiscono con memoria gelosa, seppure sempre disponibili a lasciarsi possedere, capaci di sorprendere, pronti ad iniziare chi lo desideri davvero verso il non evidente.

    Nel cammino, non c’è rapidità, ma gradualità. Non c’è eccesso, ma ricchezza. Non c’è conquista, ma stupore per quanto ancora resta da compiere, da intraprendere, da scoprire.
    Camminare è possedere tempo e spazio per sostare, per scendere dentro, per assaporare, persino ad occhi chiusi, sdraiati su un mondo vivace, fecondo, creativo, generoso, capace di stupire e di attrarre, senza trattenere o rapire. Il cammino non offre facili risposte, ma nuove domande, orizzonti inediti, stanze interiori inesplorate che possono dischiudersi solo con chiavi segrete, nascoste dentro il nostro animo.
    È tempo giusto, atteso, vissuto, custodito. Nel cammino nulla viene a caso, niente se ne va inutilmente. Si vive ogni passo, ogni parola, ogni inquietudine, ogni silenzio, ogni domanda: è la condizione privilegiata per chi conosce l’attesa e, di piú, per chi osa “fermarsi”. Amare le domande. Inconcepibile, per chi preferirebbe avere risposte, ricette, soluzioni, meglio se trovate da qualcun altro.

    È tempo oggi: è questo il tempo per camminare, non piú per correre, per sostare e ritrovare finalmente se stessi; per vivere di domande, ora, fino all’estremo giorno in cui ci sarà data, con sorpresa e gratuità, la Risposta.

    • Ciao Fausto, ho visto soltanto adesso il tuo commento, eri finito nello Spam (i misteri di WP) comunque ho letto tutto, e ti ringrazio di cuore per quello che hai scritto..

      c’è tanta verità e saggezza in queste tue parole, ..

      In in questo periodo nel mio cammino non corro ma mi fermo spesso e osservo, almeno così non mi sfugge nulla che mi potrebbe essere un aiuto nel mio camminare verso la felicità…

      abbi una buona giornata… ancora grazie 🌻

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...